Fare l’amore aiuta a mantenere in salute la prostata

Se vi serve una buona ragione per fare l’amore, l’abbiamo trovata: concedervi qualche ora di tenerezze ed effusioni con il vostro partner fa bene allo spirito, ma anche alla prostata!

Proprio così, a trarre giovamento sarà la vostra salute. Tutti noi conosciamo già le abitudini sane che dovremmo seguire e che, ahimè, spesso rispettiamo malvolentieri, come smettere di fumare o limitare il caffè e gli alcolici, tutto in nome di uno stile di vita corretto che garantisca la salute del corpo, prostata inclusa. Ciò che è meno noto è che anche una costante attività sessuale è positiva per la salute degli organi riproduttivi dell’uomo.

 

I benefici dell’attività sessuale per la salute della prostata

Alcuni studi recenti dimostrano che fare l’amore due o tre volte alla settimana può aiutare a mantenere in perfetto stato l’apparato urogenitale maschile.

Perché? Anzitutto, dobbiamo ricordare che la prostata svolge un ruolo estremamente importante per la sessualità, producendo il liquido seminale e, in un secondo momento, rilasciandolo durante l’eiaculazione.

Se il liquido seminale non viene rilasciato per un lungo periodo di tempo, la ghiandola si intasa e di conseguenza si gonfia, provocando il alcuni casi anche del dolore. Questa situazione rende la prostata maggiormente soggetta alla ipertrofia prostatica benignaPatologia della ghiandola prostatica che comporta un aumento del volume della ghiandola prostatica stessa. (IPB), ovvero all’ingrossamento della ghiandola.

 

E in assenza di partner, come fare?

La risposta sta nella masturbazione che, oltre a fare l’amore, è considerata positiva per il corpo umano, proprio perché consente comunque di arrivare all’eiaculazione.

È proprio l’eiaculazione, infatti, ad apportare i maggiori benefici all’organismo: agisce come un efficace sistema di pulizia, perché permette di espellere la maggior parte delle sostanze che possono danneggiare la ghiandola prostatica. Tutti i dotti della ghiandola vengono così puliti, evitando il ristagno di agenti infiammatori che, con il trascorrere del tempo, possono diventare anche agenti cancerogeni.

 

Astinenza sessuale: i rischi per la prostata

Al contrario, astenersi dall’attività sessuale per lunghi periodi causa il ristagno delle secrezioni all’interno della ghiandola prostatica, favorendo la congestione e aumentando la possibilità di infiammazioni. Ancora una volta, quindi, va sottolineato che le frequenti eiaculazioni provocano una maturazione completa e adatta della prostata, riducendo il rischio di degenerazioni cancerogene.

Ricordiamoci che fare l’amore è un piacere che fa bene al nostro corpo, oltre che alla nostra mente. Ma, come in tutte le cose, è bene non eccedere: per mantenersi in salute è sufficiente fare l’amore circa tre volte alla settimana. Sarà facile? Non vi resta che svegliare il vostro partner e convincerlo con i giusti argomenti, come questo.

Author: Dr. Andrea Militello

Il Dott. Andrea Militello è medico chirurgo specialista in Urologia e Andrologia. È Responsabile del Servizio di Emodialisi e Responsabile Urologo Andrologo presso la Casa di Cura Nepi. È responsabile del modulo di Urologia ed Andrologia della Casa di cura Santa Teresa a Viterbo e responsabile servizio di Urodinamica e Riabilitazione del pavimento pelvico presso Casa di cura Villa Immacolata a Viterbo. Lavora inoltre presso la Casa di Cura Villa Tiberia, l'ARS Medica, e la Casa di Cura Villa Flaminia e nei suoi studi privati a Roma e Viterbo.

Condividi articolo