Incontinenza urinaria maschile e diabete

Il diabete mellito deve il suo nome al sapore dolce come miele (mellitus) delle urine del paziente. Un tempo, quando non esistevano i laboratori di analisi, le urine venivano assaggiate per scoprire le loro qualità reologiche. In effetti, le urine del paziente diabetico sono ricche di zuccheri proprio perché l’insulina non è in grado di regolare la sua presenza nel sangue che, una volta filtrato, diventa urina.

Prima di parlare di vesciche diabetiche è, quindi, opportuno fare una semplice osservazione. Le urine “zuccherate” sono un ottimo nutrimento per i batteri che trovano nella vescica un ambiente idoneo alla loro colonizzazione e replicazione, in particolar modo se la vescica è parzialmente ostruita da una condizione di Sclerosi del Collo VescicaleLa sclerosi del collo vescicale, detta anche malattia del collo vescicale, è una patologia causata dalla perdita di elasticità dell'uretra prostatica. Si tratta di una alterazione e ostruzione del tratto cervico uretrale che può essere congenita o può insorgere come conseguenza di una prostatite o di un intervento alla prostata. La sclerosi del collo vescicale può essere “primaria” o “secondaria”, cioè conseguente a patologie neurologiche o a lesioni del midollo spinale o a causa di una Ipertrofia ProstaticaL’ipertrofia prostatica è una patologia causata dalla crescita della ghiandola prostatica.

 

Un’infezione vescicale spesso si manifesta con una sintomatologia irritativa e di disagio urinario che può sfociare nell’incontinenza da urgenza.

 

Oltre a questo fenomeno, dobbiamo poi considerare il processo di neuropatia periferica che il diabete spesso causa. Per neuropatia intendiamo una sofferenza delle fibre nervose sia principali che periferiche, come in questo caso, con difficoltà e rallentamento del passaggio dell’impulso nervoso.

Un po’ come una casa che è collegata alla centralina della corrente elettrica, ma purtroppo non riceve l’energia perché sono danneggiati i cavi dell’abitazione, allo stesso modo la vescica inizia a funzionare meno bene perché non ha più la corretta InnervazioneIl termine “innervazione” è la distribuzione dei nervi in un dato organo.

Inizialmente, la vescica perde la sensibilità, diventa iposensibile, e non ha la capacità di avvertire lo stimolo minzionale: in questo modo nella vescica si raccoglie molta più urina di quanto dovrebbe. L’urina ristagnante crea terreno di crescita per i germi, provocando una situazione molto impegnativa per il paziente, caratterizzata da ritenzione urinaria e infezione, con conseguente incontinenza da urgenza.

 

Vescica neurologica diabetica

Ben più serio il problema nelle forme avanzate in cui si viene a instaurare una condizione di vescica neurologica diabetica. Si possono presentare due quadri clinici: la vescica neurologica diabetica ipocontrattile e la vescica neurologica diabetica ipercontrattile.

In caso di vescica neurologica diabetica ipocontrattile la sensibilità è completamente persa e anche la forza di contrazione espulsiva si riduce. C’è il rischio di grosse ritenzioni, infezioni, incontinenza da regurgito o incontinenza da urgenza.

L’altra condizione può essere rappresentata dalla vescica neurologica diabetica ipercontrattile. In questo caso, la sofferenza delle fibre nervose porta a un quadro di iperattività vescicale con conseguente contrazione involontaria della vescica che può causare fenomeni di incontinenza da urgenza.

In questi casi è utile eseguire un Esame Uro-dinamicol’esame uro-dinamico serve per indagare la natura dei disturbi a carico dell’apparato urinario. Si effettua nei pazienti che hanno problemi di incontinenza o disturbi della minzione.

Author: Dr. Andrea Militello

Il Dott. Andrea Militello è medico chirurgo specialista in Urologia e Andrologia. È Responsabile del Servizio di Emodialisi e Responsabile Urologo Andrologo presso la Casa di Cura Nepi. È responsabile del modulo di Urologia ed Andrologia della Casa di cura Santa Teresa a Viterbo e responsabile servizio di Urodinamica e Riabilitazione del pavimento pelvico presso Casa di cura Villa Immacolata a Viterbo. Lavora inoltre presso la Casa di Cura Villa Tiberia, l'ARS Medica, e la Casa di Cura Villa Flaminia e nei suoi studi privati a Roma e Viterbo.

Condividi articolo