L’andropausa: i sintomi più comuni

L’andropausa si definisce come una sindrome clinica causata dall’abbassamento progressivo del livello di testosterone nell’uomo.

In effetti, però, nell’uomo non avviene una vera e propria cessazione della capacità riproduttiva così come nella donna, piuttosto si tratta di un processo legato all’invecchiamento naturale, che comporta anche la diminuzione del livello di testosterone.

 

Le cause dell’andropausa

È un processo parafisiologico e l’esistenza stessa dell’andropausa è messa ancora oggi in discussione dalla letteratura scientifica.

In effetti, la cosiddetta “menopausa maschile” non avviene in maniera repentina e macroscopica, non avviene neanche in maniera uguale per tutti gli uomini e, addirittura, nei soggetti che godono di discreta salute può non manifestarsi mai, non venendo meno la possibilità di procreare anche quando si è anziani.

Dopo i 50 anni, alcune patologie come ipertensione, diabete, ipercolesterolemia o obesità possono essere fattori determinanti per il deficit di testosterone, che nei casi più gravi può portare all’impotenza e all’infertilità. Anche tabagismo e sedentarietà, stili di vita non corretti concorrono all’abbassamento di testosterone.

 

I sintomi dell’andropausa

Quando il deficit di testosterone si manifesta per le concause ambientali o patologiche che abbiamo descritto, la comparsa dei sintomi è quasi sempre progressiva. La diagnosi, quindi, arriva spesso quando i sintomi sono già invalidanti e il processo è iniziato da molto tempo.

C’è da precisare che il deficit di androgeni riguarda tutto l’organismo e, anche se la comparsa dei sintomi non avviene in maniera così eclatante, come avviene nella donna, è bene essere vigili e riportare al medico tutti i cambiamenti man mano che si presentano.

I sintomi dell’andropausa riguardano la sfera sessuale. Il calo della libido, le erezioni modeste o assenti e l’eiaculazione ridotta sono tra i sintomi più frequenti.

Si possono manifestare anche spossatezza e repentini cali di umore, depressione e stati d’ansia.

I cambiamenti possono riguardare anche l’apparato cardiocircolatorio, con sudorazione e vampate di calore, sintomi tradizionalmente associati alla menopausa. L’aumento ponderale, con l’accumulo di grasso sui fianchi e sulle natiche è un segno particolarmente evidente del deficit androgenico.

Author: Solotusaiche.it

Molti uomini soffrono di incontinenza urinaria, spesso legata a problemi alla prostata o ad altre patologie, tuttavia se ne parla di rado. solotusaiche.it ha riunito informazioni e consigli utili su come affrontare la vita quotidiana, grazie alla lunga esperienza sulla protezione per uomini con problemi di varia natura alla vescica. Non lasciare che le perdite urinarie cambino il tuo stile di vita.

Condividi articolo