Esercizi per l’incontinenza urinaria maschile

Il pavimento pelvico ha una struttura complessa, composta da strati di muscoli e tessuti che creano una specie di amaca, una piattaforma che si dirige dall’osso sacro, posteriormente, sino all’osso pubico, anteriormente. Questo robusto pavimento funge da sostegno per la vescica e l’intestino, ed è attraversato dal retto e dall’uretra.

Gli esercizi che descriveremo hanno lo scopo di migliorare il tono e la tenuta del Pavimento Pelvico, e sono solitamente consigliati ai pazienti che soffrono di incontinenza urinaria.

Già dopo poche settimane di esercizio costante, infatti, si potranno apprezzare i primi risultati: il tono del pavimento pelvico più rafforzato e l’incontinenza diminuita.

Esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel prendono il nome dal loro ideatore, il ginecologo statunitense Arnold Kegel. Gli esercizi di Kegel si eseguono da seduti o da sdraiati.

Per iniziare con gli esercizi, per prima cosa è necessario tenere rilassati i muscoli delle cosce e delle natiche. Si richiede al paziente di stringere la muscolatura anale, come accade quando si tenta di contenere un flusso di feci diarroiche o di gas intestinale. Questo esercizio va ripetuto una serie di volte, sino a raggiungere il massimo controllo.

E’ consigliabile stringere la muscolatura anale e rilasciarla a intervalli di 5 secondi, ripetendo l’esercizio almeno dieci volte, per circa cinque minuti anche tre volte al giorno.

Dopo aver raggiunto un buon livello di controllo, si può passare a eseguire gli stessi esercizi in piedi, con la stessa intensità.

Risultato? Dopo due-tre settimane si noterà un maggior tono della muscolatura pelvica e un miglior controllo del flusso urinario. L’allenamento può essere messo in pratica durante la minzione, nel caso in cui gli esercizi vengano già eseguiti in maniera preventiva prima di un intervento alla prostata.

Se possibile, si consiglia sempre di eseguire il training con un fisioterapista del pavimento pelvico e l’uso del Biofeedback.

Questi esercizi sono molto utili nella ripresa della continenza nei pazienti operati per adenoma della prostata e Prostatectomia Radicale, molto meno nei caso di incontinenza da Vescica Iperattiva su base neurologica, dove è opportuno eseguire esercizi di neuro modulazione.

Lascia un commento