Frutta secca: ecco tutti i benefici per la salute

Per chi ama consumare frutta di stagione, l’arrivo dell’autunno significa aver a disposizione più frutta secca. Noci, nocciole, mandorle, pistacchi e arachidi sono, senza alcun dubbio, tra i più popolari nella nostra Penisola.

Se fino a pochi anni fa erano banditi dalle diete ipocaloriche, oggi, i nutrizionisti sono d’accordo a integrarli con parsimonia anche nelle diete di chi soffre di obesità e ipertensione.

Vediamo quali sono i benefici della frutta secca per la salute e qualche consiglio per un consumo moderato.

Le noci combattono il colesterolo alto

Chi soffre di colesterolo alto è sempre alla ricerca di qualcosa che aiuti l’organismo nello spazzare via il colesterolo cattivo dai vasi sanguigni. Tra gli aiuti che la natura ci mette a disposizione, ci sono le noci.
Tutta la frutta secca ha un ottimo apporto di acidi grassi essenziali, ma le noci in particolare hanno un’elevata quantità di omega 3 e omega 6. Questo le rende un alleato potentissimo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Le mandorle aumentano il senso di sazietà

Le mandorle in particolare sono un ottimo spuntino per chi è a regime ipocalorico. Questo tipo di frutta secca è celebre perché riesce a dare senso di sazietà, agendo immediatamente. È valido anche come spuntino per chi fa sport, in quanto ricco di sali minerali da reintegrare dopo una sudorazione eccessiva.

Le nocciole prevengono l’invecchiamento

Basta una manciata di nocciole per ottenere oltre l’80% del fabbisogno di vitamina E giornaliero. È per questo che le nocciole sono considerate l’antiage per eccellenza nella nostra dieta.
La vitamina E, oltre a essere un antitumorale molto potente, previene l’invecchiamento cutaneo e dona elasticità ai tessuti. Potremmo quindi considerarlo come un elisir di eterna giovinezza!
Questi sono solo alcuni dei benefici della frutta secca per la nostra salute. È bene tenere a mente che, però, si tratta sempre di frutti oleaginosi, quindi ipercalorici. Non è consigliato eccedere nel loro consumo. Bastano circa 30 grammi al giorno per ottenerne tutti i benefici possibili.

Lascia un commento