La ginnastica per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico: esercizi di Kegel

Se è lo sport il vostro modo migliore per ritrovare forza ed energia, sarete felici di sapere che un po’ di ginnastica potrebbe anche contribuire a fortificare i muscoli del pavimento pelvico. Come? Niente di più facile che eseguire una serie di esercizi, noti come ginnastica di Kegel, in grado di riattivare al meglio le contrazioni volontarie del pavimento pelvico, rafforzando i muscoli che fungono da sostegno dell’utero, dell’uretra, della vescica e del retto.

Chi ha detto, infatti, che l’esercizio fisico faccia bene solo a glutei, braccia e addome? Il movimento, soprattutto se eseguito in maniera mirata con la supervisione iniziale di uno specialista, può rappresentare la soluzione a problemi non solo di natura estetica, ma anche fisica. Molti uomini, infatti, ricorrono proprio agli esercizi di Kegel per superare la condizione di indebolimento del pavimento pelvico, causa di numerosi disagi, come:

  • incontinenza urinaria da sforzo
  • eiaculazione precoce
  • disfunzione erettile
  • anorgasmia
  • dolore provocato da iperplasia prostatica benigna

Ma entriamo nel dettaglio.

Incontinenza urinaria ed eiaculazione precoce vs esercizi di Kegel

L’incontinenza crea imbarazzo e disagio? Nessun problema. Indossate la tuta e via con gli esercizi. In questi casi, mentre si esegue la ginnastica di Kegel, sarebbe bene immaginare quasi di dover bloccare il flusso di urina, con una contrazione del muscolo pubococcigeo seguita da un rilassamento. Un buon modo per rafforzare lo sfintere, posto al di sotto della prostata.

E se i vostri problemi toccano la sfera sessuale? Allora, non c’è tempo da perdere. Questi esercizi non favoriscono solo in controllo dell’urina, ma anche dell’eiaculazione; il dominio sul muscolo pubococcigeo vi consentirà di gestire come preferite le pulsioni del momento, ritardando l’orgasmo. Insomma, una gioia per il partner.

Anche l’erezione può trovarne giovamento, rappresentando un rimedio efficace per la disfunzione erettile.

Esercizi di Kegel

La lista dei pro potrebbe allungarsi, ma è bene che a scoprirlo siate voi, entrando nel vivo degli esercizi. Dove eseguirli? Stando seduti, sdraiati sul divano o durante il bagno, sempre meglio a vescica vuota.

Ecco cosa fare:

  • contrarre i muscoli del pavimento pelvico per un intervallo di 5 o 10 secondi;
  • rilasciare i muscoli per 5 o 10 secondi;
  • mantenere le gambe ferme durante queste serie;
  • ripetere l’esercizio 10 volte, anche 2 o 3 volte al giorno.

Per capire se si stanno muovendo i muscoli giusti, si può fare una prova durante la minzione, interrompendo il flusso di urina. Se poi si è diventati degli esperti degli esercizi di Kegel, si può scegliere di utilizzare anche alcuni attrezzi, come bilancieri e molle specifiche.

Insomma, non vi rimane che provare per credere!

Lascia un commento